Nel febbraio scorso era stato un motivo di frizione all'interno della maggioranza, in quanto il gruppo "Ripartiamo con Voi" aveva chiesto più tempo per esaminare la bozza progettuale. E così in quel consiglio non fu possibile approvarla. Ieri invece sono giunte di nuovo in Consiglio comunale di Formia le linee di indirizzo per la progettazione e normazione del Piano Regolatore del Porto da presentare in Regione per la programmazione regionale.

E' stato pianificato sulla carta il tratto di costa che va dal molo Vespucci al molo Azzurra. Dopo una discussione, è stato votato il documento che ora sarà inviato alla Pisana per la sua approvazione e poi ritornerà in aula per le eventuali osservazioni. La proposta presentata dalla massima assise è quella di spostare i collegamenti marittimi per le isole dal molo Azzurra al molo Vespucci. I traghetti quindi partiranno o giungeranno nell'area dove ora c'è già il capolinea degli autobus. Nella stessa area poi saranno posizionate tutte le sedi delle varie forze dell'ordine.

Lungo l'attuale braccio del porto del molo Vespucci si prevede l'attracco delle navi da crociera (un progetto già in itinere, con un piano di adeguamento della banchina); i pescherecci invece saranno posizionati lungo i due bracci del molo Azzurra. così che si libererà tutto lo specchio acqueo antistante la Litoranea dove si prevede un'area di approdo turistico, in pratica l'area delle concessioni per pontili galleggianti, mentre a terra è prevista un'area di servizi.

In apertura di Consiglio è stato anche votato l'aggiornamento del piano delle alienazioni e valorizzazione degli immobili e due debiti fuori bilancio relativi a sentenze. In aula anche il dibattito sul Trasporto Pubblico Locale e sulla crisi finanziaria che sta colpendo l'Atp. Una discussione richiesta dalle minoranze. Al riguardo comunque proprio l'altro ieri è stata firmata la delibera n.142 con la quale, per garantire la prosecuzione del servizio dato il periodo di emergenza, saranno liquidati altri 207.719,66 euro alla Società.