Il lockdown è finito anche per i banditi, che non hanno perso l'occasione per riorganizzarsi e passare all'azione, recuperando in fretta il tempo perso. A farne le spese, lo scorso fine settimana, è stato un imprenditore del capoluogo e la sua famiglia: mentre dormivano i ladri sono entrati nella loro villa, alle porte di Latina, riuscendo a portare via tutto ciò che di valore hanno trovato, compreso un costoso suv.

Del caso si stanno occupando gli investigatori della Polizia, convinti che a colpire sia stata una banda di professionisti. Non solo per la tecnica utilizzata, ma soprattutto per le accortezze e per le scelte adottate al momento di passare all'azione. Il furto è stato messo a segno prima dell'alba di martedì 2 giugno, quando stava per fare mattina: le vittime erano rientrate particolarmente tardi e i ladri hanno aspettato che si mettessero a dormire per entrare in azione.

Tutto questo ha una logica: la villa è dotata di un sofisticato sistema di allarme che avrebbe impedito ai banditi di entrare in azione quando l'abitazione era incustodita. Per questo, probabilmente, hanno preferito colpire quando la famiglia dormiva, ma questo vuol dire gli autori del furto hanno una certa dimestichezza con questo genere di crimini. Fatto sta che quando le vittime sono piombate nel sonno, i banditi hanno fatto irruzione nella casa per arraffare quante più cose di valore hanno trovato. Comprese le chiavi di un costoso suv Audi Q8 che hanno portato via col resto della refurtiva. L'imprenditore si è riservato di quantificare l'ammontare del danno subito, ma il bottino è ingente di sicuro.