Un locale di Anzio e uno di Nettuno, entrambi centri nevralgici della movida notturna giovanile, dovranno restare chiusi per cinque giorni, con i gestori che hanno anche "rimediato" una sanzione amministrativa.

La polizia di Stato, infatti, eseguendo le direttive impartite dal Questore di Roma, ha eseguito delle verifiche e ha scoperto che nei locali del litorale avvenivano delle violazioni delle norme che regolano il distanziamento sociale.

Di conseguenza, gli agenti del commissariato anziate hanno disposto la chiusura e comminato le sanzioni: tra l'altro, il provvedimento è arrivato dopo i primi contatti del personale della polizia con tutte le attività commerciali, sensibilizzando il personale a una proficua collaborazione con le forze dell'ordine del territorio.