Si appropria indebitamente dei telefoni cellulari della sua compagna, pretendendo poi 1.000 euro per la restituzione. È stato identificato e denunciato a piede libero, ieri dai carabinieri di Priverno, una persona del luogo, accusata di tentata estorsione e appropriazione indebita.

I dispositivi recuperati sono stati consegnati all'avente diritto.