È entrata in un negozio del quartiere Q5 Nascosa per acquistare una confezione di mascherine, ma probabilmente il suo intento era un altro, ovvero cambiare una banconota falsa. È il sospetto che ha maturato il commerciante dopo che la sconosciuta cliente è uscita dal negozio: prima di tutto perché si trattava di un taglio alto, da cento euro, che prevedeva quindi un resto altrettanto importante rispetto all'acquisto misero, e poi perché, a controllarla meglio, le fattezze della banconota non sembravano proprio quelle autentiche.

È scattata così la segnalazione alla Polizia, intervenuta per accertare l'accaduto e sequestrare i soldi dopo che i poliziotti hanno constatato il possibile caso di falsificazione. Se la persona che ha speso quel denaro venisse rintracciata, verrebbe imputata del reato di spendita di banconota falsa solo nel caso in cui venisse accertata l'effettiva contraffazione: dopo il sequestro, il denaro sarà inviato infatti alla Zecca dello Stato per la perizia del caso.