La riconquista della libertà dopo le restrizioni anti Coronavirus, non ha prodotto proprio un buon effetto visto che in tanti si stanno mettendo al volante senza la prudenza necessaria: l'alto numero di incidenti registrato nelle ultime settimana ne è la prova. E ovviamente non mancano i sinistri nelle sere del fine settimana, quando i locali della movida iniziano ad affollarsi di giovani: solo ieri notte se ne sono registrati due di incidenti, entrambi senza gravi conseguenze per i giovani coinvolti, ma pur sempre sintomatici della disattenzione tra gli automobilisti.


È in particolare la carambola registrata in pieno centro a rivelare i rischi che i ragazzi corrono maggiormente in questo periodo. Basi pensare che ieri notte, poco dopo le 2, un trentenne che si trovava in compagnia di un amico, mentre percorreva viale Lamarmora ha perso il controllo della propria automobile, una Toyota Auris ibrida dei genitori, e si è schiantato contro una vettura in sosta danneggiandola. Per carità, può capitare, ma gli esami tossicologici disposti dopo il trasporto del conducente e del suo amico in ospedale, per le cure e gli accertamenti del caso, hanno permesso di accertare che il trentenne non poteva assolutamente guidare, trovandosi in evidente stato di ebbrezza.


Impietoso il responso delle analisi del sangue: il ragazzo guidava con un tasso alcolemico più di tre volte superiore al limite tollerato dal codice della strada, motivo per il quale è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Latina intervenuti per i rilievi e gli accertamenti del caso. La vettura in sosta danneggiata, una Land Rover Freelander, è praticamente da buttare.