Sono stati comunicati poco fa i nuovi dati relativi all'andamento della pandemia di Covid nel Lazio. A farlo, come sempre, è stato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Che ha scritto: "Oggi registriamo un dato di 9 casi positivi e due decessi. A Roma città si registrano tre nuovi casi. Proseguono le attività dei test di sieroprevalenza a tutti gli operatori sanitari e le Forze dell'ordine e complessivamente è stata superata la soglia del mezzo milione tra i test e i tamponi eseguiti da inizio emergenza. 

Per quanto riguarda la valutazione settimanale del Ministero ci attendiamo un valore Rt in calo. Si conferma l'ottimo contact tracing: per il 100% dei casi è stata effettuata una regolare indagine epidemiologica. Continua il trend in discesa delle terapie intensive occupate. Nella Asl Roma 1 una donna di rientro da Londra dove è residente è risultata positiva al test sierologico. Sono state attivate le procedure del contact tracing internazionale. 

Nella Asl Roma 2 un nuovo caso positivo è una donna di nazionalità Bangladesh riferita ad un cluster familiare già noto. Nella Asl Roma 6 si registrano quattro nuovi casi e nello specifico due fanno riferimento al cluster familiare noto tra Anzio e Ardea. Per quanto riguarda le province si registrano due casi nella Asl di Latina e un decesso: si tratta di una donna di 90 anni ricoverata all'ospedale Goretti (nessun nuovo caso e nessun decesso, invece, in provincia di Frosinone).

Prosegue presso il Sant'Andrea, il San Giovanni e il Policlinico di Tor Vergata l'attività dei test sierologici aperta al pubblico al prezzo fissato dalla tariffa regionale" commenta l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.