Paura l'altra notte al pronto soccorso dell'ospedale "Alfredo Fiorini" di Terracina, per la violenta aggressione subita dal medico di turno e da alcuni infermieri, avvenuta per mano di un uomo giunto sul posto per un malore. Stando alle prime informazioni, l'aggressore sarebbe un 29enne originario di un Comune dei Lepini, andato improvvisamente in escandescenze dopo essere stato curato dal personale di turno, non è chiaro per quale motivo. Ad avere la peggio di fronte alla reazione violenta del ragazzo, il medico del pronto soccorso, che ha subito delle escoriazioni guaribili in 7 giorni. Sul posto, allertati immediatamente, i militari dell'Arma dei carabinieri della Compagnia di Terracina, che hanno fermato l'autore dell'aggressione. Sembrerebbe che l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, avrebbe chiamato il 118 dalla propria abitazione perché avrebbe avvertito un malore.

Trasferito in ospedale con un'ambulanza, è stato curato ma una volta che si è ripreso, avrebbe aggredito il medico e alcuni infermieri. L'uomo è stato sottoposto a fermo e ora è a disposizione dell'autorità giudiziaria. Mentre gli uomini agli ordini del capitano Francesco Vivona stanno cercando di ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti e soprattutto le ragioni del gesto. Non ci sarebbe, infatti, alcun motivo legato all'attesa troppo lunga - causa, spesso di reazioni di questo tipo - dietro all'aggressione