Questa mattina, con un ampio dispiegamento di forze dell'ordine, i sindaci di Roma e Pomezia - Virginia Raggi e Adriano Zuccalà - hanno visitato il campo rom di Castel Romano: il sopralluogo è stato predisposto dopo l'avvio dei lavori di messa in sicurezza e rimozione dei rifiuti predisposti dalla Capitale. In particolare, da ieri gli operai sono al lavoro per chiudere tutti gli accessi laterali al campo e creare un unico percorso di ingresso e uscita; questo per impedire l'accesso di veicoli all'interno e lo stoccaggio dei rifiuti.

A quanto pare, il campo sarà bonificato e presidiato h24 dalla polizia locale di Roma Capitale e dall'esercito.

«La città di Pomezia ringrazia per gli interventi che, dopo una fase di preparazione complessa ad opera del Comune di Roma e delle forze dell'ordine, si stanno attuando in questi giorni - ha affermato il sindaco Adriano Zuccalà -. Vogliamo superare una situazione di grave rischio per la salute delle persone e per la sicurezza pubblica e ambientale. Il nostro territorio è da sempre il più esposto ai roghi tossici e a episodi di criminalità: la messa in sicurezza del campo e la successiva azione di fuoriuscita delle famiglie, in un percorso controllato di integrazione, deve essere la priorità delle istituzioni. Oggi viene fatto un passo importante verso la risoluzione definitiva del problema e la città di Pomezia è disponibile a qualsiasi operazione congiunta per raggiungere questo obiettivo in tempi brevi».