Dalle 5 di questa mattina, la centralissima via nel cuore della zona medievale di Gaeta, è stata interdetta al traffico veicolare e pedonale per una delicata operazione di sgombero di una famiglia, madre, padre e due minori, tutti residenti a Gaeta, da uno degli alloggi di proprietà del demanio dello Stato.

A condurre l'operazione infatti, sono giunti sul posto i Carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco, nonché gli assistenti sociali ed operatori della Polizia Giudiziaria della Procura di Cassino. Sul posto sono intervenuti anche gli addetti della società di fornitura elettrica e del gas, per procedere alla messa in sicurezza dell'edificio per eventuali bombole presenti nell'appartamento.

Una situazione, quella della famiglia che occupava abusivamente il locale in oggetto, che andava avanti dal 2007/2008, circa 12 anni.

Il provvedimento di sequestro preventivo, era in possesso già da tempo dei carabinieri della polizia militare di Roma Capitale. Poi ieri gli agenti del vicequestore Roberto Graziosi, ha dato esecuzione al provvedimento predisposto dal gip del tribunale di Cassino che ha dato luogo al sequestro preventivo dell'appartamento.