Sette sequestri, daspo urbani e sanzioni per una somma complessiva di diecimila euro. Continua senza sosta l'attività della Polizia Locale di Minturno lungo tutto il litorale, così come previsto dal progetto "Spiagge Sicure". Nelle ultime quarantotto ore gli agenti municipali minturnesi sono intervenuti per contrastare la vendita abusiva in spiaggia, così come disposto del piano finanziato dal Ministero dell'Interno.

Dopo i blitz compiuti nel fine settimana scorso i Vigili Urbani coordinati dal comandante Antonio Di Nardo, sono tornati sulla battigia lunedì scorso, giorno in cui la pattuglia composta dagli agenti Cappuccia, Costanzo e Capodiferro ha elevato due verbali: uno nei confronti di un campano che vendeva taralli, contenuti in sessantanove pacchetti, tutti sequestrati; l'altra sanzione è stata elevata ad un ambulante del Bangladesh, proveniente da Roma, il quale vendeva gonfiabili e girandole per bambini.

Ma l'attività non si è fermata qui, poiché i "municipali" hanno effettuato un'altra operazione in zona Monte d'Argento, a Marina di Minturno. Infatti qui sono stati effettuati due sequestri di teli e parei da mare, che sono stati abbandonati dai venditori, che si sono dati alla fuga. L'attività di controllo è proseguita pure ieri con un'altra pattuglia di vigili, composta da Federica Lioniello, Tiziana De Meo e Valeria Romano ha individuato altri due venditori ambulanti abusivi, i quali alla vista degli agenti ha preferito abbandonare il materiale e dileguarsi.

Il primo intervento è avvenuto nella zona del lido Poseidon, dove la Polizia Locale ha sequestrato cinque gonfiabili, racchettoni, braccioli, secchielli, spruzzini e pompe per gonfiaggio. L'altro venditore fuggito nei pressi dell'albergo Villa Eleonora a Scauri ha lasciato uno zainetto con all'interno una serie di profumi.