Proseguono in maniera incessante i controlli del territorio da parte dei poliziotti della Questura di Latina, finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati. Nel corso dell'ultima settimana sono stati impiegati 250 equipaggi della Questura e dei Reparti Prevenzione Crimine Lazio, Basilicata e Campania, appositamente inviati in questa provincia, hanno consentito di identificare 2230 persone e controllare 913 veicoli, elevando 109 verbali al codice della strada.

Gli arresti eseguiti sono stati sette, due per furto aggravato, uno per esecuzione di ordine di carcerazione per scontare una pena detentiva di più di quattro anni, altri quattro in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, legati ad una violenta aggressione commessa da un gruppo di giovani avvenuta a Latina, nel centro cittadino.
Sono state inoltre denunciate in stato di libertà altre nove persone sospettate di reati che vanno dal porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, furto, ricettazione e truffa, lesioni, minacce e maltrattamenti, inosservanza del provvedimento del Giudice.

Infine l'indagine degli investigatori della Questura in merito a una truffa informatica, consumata tramite il noto sito di vendita online "Subito.it", utilizzato da un impostore di origine pugliese, per mettere falsamente in vendita un'autovettura, tanto da riuscire a farsi consegnare una somma di denaro quale caparra, per poi far perdere le proprie tracce, senza consegnare il mezzo. Le indagini degli investigatori hanno consentito di identificare il truffatore e denunciarlo in stato di libertà.