Aveva pensato di piazzare una tenda da campeggio sulla spiaggia per trascorrere una tranquilla giornata sul litorale di Marina di Minturno. Ma l'arrivo della Polizia locale ha interrotto il progetto di un cinquantunenne di Afragola, giunto a Marina di Minturno insieme alla sua famiglia.  Ha scelto la spiaggia libera compresa tra il Lido la Siesta e il chiosco l'Ancoretta e proprio in un tratto di arenile ha innalzato la sua tenda. I suoi movimenti, però, non sono sfuggiti ad una pattuglia di vigili urbani, i quali hanno contestato all'uomo la violazione del regolamento di polizia urbana, in quanto occupava con tenda campeggio spazi e aree pubbliche mediante bivacco. All'uomo veniva constata la sanzione amministrativa, con successivo smontaggio della tenda da campeggio. In precedenza la stessa squadra di agenti della Polizia locale (Savino, Zenzillo, Romano e Mallozzi), al lido Il gabbiano, a Marina di Minturno, intercettavano ancora una volta un venditore di prodotti ittici. L'ambulante abusivo, alla vista dei poliziotti abbandonava tutto il materiale che stava cercando di vendere e si dava alla fuga. La pattuglia di vigili recuperava così una cassetta di alici, una cassetta di gamberi, una di seppie e gallinelle. Tutti prodotti in vendita privi di tracciabilità e di garanzia.


Gli agenti procedevano così a sequestrare il materiale, poi acquisito dalla ditta che gestisce il servizio di rifiuti e che si occuperà di smaltire i prodotti. Le due operazioni rientrano nell'ampio piano di servizi di controllo, denominato "Spiagge sicure", che appunto prevede un potenziamento dei controlli verso il commercio abusivo. Nel giro di una settimana i controlli sono stati costanti ed intensi, come dimostrato dai sequestri di prodotti per il mare, gonfiabili, chincaglieria, capi di abbigliamento, occhiali e pesce. Proprio per i venditori di quest'ultimo prodotto, la vita si è fatta dura, come confermato dai numerosi chili di pesce sequestrati. Questa mattina, ma anche nei prossimi giorni, le operazioni di controllo continueranno, con pattuglie a piedi sulla battigia o con le biciclette a pedalata assistita, che saranno impegnate a bloccare i venditori abusivi. Servizi coordinati dal comandante della Polizia locale Antonio Di Nardo, che così come previsto dal finanziamento disposto dallo Stato, continueranno ad essere prestati sono alla fine di settembre.