Dieci nuovi casi di Coronavirus e un decesso. Sono questi i numeri della pandemia nel territorio regionale del Lazio, diffusi nel corso del pomeriggio di oggi dall'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato. In particolare, dei dieci contagi odierni ben sei sono d'importazione: due provengono dal Bangladesh, uno dalla Spagna, uno dalla Turchia, uno dalla Romania e uno da Santo Domingo. Altre due persone, invece, sono risultate positive in fase di pre-ospedalizzazione.

«A oggi - ha spiegato D'Amato - i casi di importazione nel Lazio sono provenienti da ben 26 Paesi diversi. Da domani inizieranno i test su base volontaria presso il terminal bus a Tiburtina. E' pronta l'ordinanza».

Per quanto riguarda le varie Asl, nella Roma 1 c'è stato un solo caso nelle ultime 24 oree riguarda una donna di rientro dalla Romania; è stato quindi avviato il contact tracing internazionale. «Nella Asl Roma 2 - ha aggiunto l'assessore - c'è stato un caso che riguarda una donna individuata al test sierologico con successivo tampone. Ed è qui che c'è stato il decesso di una donna di 87 anni al Policlinico Umberto I. Nella Asl Roma 3 sono tre i nuovi casi nelle ultime 24 ore e riguardano due persone di nazionalità del Bangladesh testati al drive-in. Nella Asl Roma 5 dei due nuovi casi nelle ultime 24 ore uno riguarda una donna con link a un caso di rientro dalla Spagna e un caso di un uomo individuato in fase di pre-ospedalizzazione a Velletri. Nella Asl Roma 6 si registra un caso nelle ultime 24 ore: è un uomo trovato positivo in fase di pre-ospedalizzazione al Policlinico di Tor Vergata».

Nelle province, invece, i due nuovi casi di oggi riguardano la Asl di Rieti: si tratta di un uomo di nazionalità turca con link a casi già noti e isolati e un bambino di Santo Domingo. In questo caso è stata posta in isolamento la famiglia ed è in corso l'indagine epidemiologica.