«Oggi registriamo 17 casi e zero decessi. Di questi, seicasi sono di rientro dalla Puglia con link familiare tra loro. Tre sono i casi di importazione: un caso dalla Romania, un caso dal Perù e un caso dal Bangladesh. E parte la nuova campagna di sensibilizzazione della Regione Lazio: ‘Mask Lazio, su la maschera, giù i contagi».

Si apre così la nota dell'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, che ha voluto fare il punto sull'emergenza Coronavirus nel territorio laziale.

«Nella Asl Roma 1 - ha spiegato l'assessore - sono quattro i casi nelle ultime 24 ore e tra questi ci sono due uomini ora ricoverati uno all'Umberto I e uno alla Columbus. Un caso riguarda una donna di nazionalità peruviana per la quale è in corso l'indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 2 sono tre i casi nelle ultime 24 ore e tra questi ci sono un uomo di nazionalità del Bangladesh testato al drive-in, un caso di un uomo con link a casi già noti e isolati e un caso di una donna ora ricoverata allo Spallanzani. Nella Asl Roma 3 sono quattro i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di un uomo e una donna di rientro dalla Puglia con mezzi propri: avviata l'indagine epidemiologica. Poi c'è una donna individuata in fase di pre-ospedalizzazione all'ospedale Israelitico e un caso di un uomo ora ricoverato al San Camillo. Infine, per quanto riguarda le province, sono sei i nuovi casi nelle ultime 24 ore e riguardano la Asl di Frosinone dove sono cinque i casi. Si tratta di un uomo di Ferentino individuato in accesso al pronto soccorso di Frosinone e i restanti quattro casi sono un cluster familiare di Cassino e di rientro con mezzi propri dalla Puglia, con link ai casi della Asl Roma 3. Un caso riguarda la Asl di Rieti e si tratta di una donna rientrata con volo aereo dalla Romania: avviato il contact tracing internazionale».