Emergono ulteriori dettagli rispetto all'incidente avvenuto a Borgo Podgora causato da una banda di borseggiatori sudamericani - tre in tutto - in fuga verso Cisterna di Latina dopo aver messo a segno un colpo in via Isonzo.

Un fatto che ha visto finire in ospedale il conducente di uno dei veicoli incidentati, ma anche l'arresto di M.S.J.V. - peruviano classe 1973 -, uno dei membri della banda, mentre altri due uomini sono ancora ricercati.

L'incidente, come sappiamo, è avvenuto poco dopo l'incrocio di Podgora, quando la Ford Focus con a bordo il trio di malviventi era tallonata dalla polizia: la vettura si è prima schiantata contro un'auto in transito e, a causa della forte velocità, è finita addosso a un veicolo parcheggiato, sul quale c'era una famiglia con due bambine a bordo.

I malviventi, dopo l'impatto, sono fuggiti a piedi e il peruviano residente a Roma è stato bloccato e arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Nell'auto incidentata della banda, invece, oltre alla borsa contenente documenti, cellulare, carte di credito varie e 75 euro appartenente alla donna derubata in via Isonzo, c'erano anche altre borse da donna, probabile provento di altri scippi o borseggi: il veicolo è stato sottoposto a sequestro e sarà ora la polizia scientifica a occuparsi di individuare tracce o impronte utili alle indagini che permettano, in particolare, di risalire ai complici del peruviano arrestato.

Come detto, a restare ferito è stato solo il conducente della prima auto travolta dai fuggitivi: l'uomo è stato portato al Pronto soccorso dell'ospedale "Santa Maria Goretti" di Latina con un'ambulanza. 

È terminata con uno spaventoso incidente la rocambolesca fuga di una banda di borseggiatori sudamericani. Dopo un colpo messo a segno nel centro di Latina, sono stati intercettati da una pattuglia della Squadra Volante mentre scappavano a bordo dell'auto segnalata dalla vittima, una Ford Focus.

Ne è nato un inseguimento che si è concluso nel centro di Borgo Podgora, dove i banditi, bracccati dalla polizia, per superare le auto incolonnate hanno urtato contro una prima vettura in manovra con una famiglia a bordo, poi si sono schiantati contro una macchina in sosta. Un epilogo che non ha fermato però la fuga dei borseggiatori, tre in tutto: uno è stato rincorso e bloccato, gli altri sono riusciti a dileguarsi a piedi nel centro del borgo. Nel frattempo era scattata l'allerta per soccorrere le persone coinvolte: nell'auto parcheggiata c'erano due bambine, trasportate in ospedale dalle ambulanze del 118, così come la coppia che sedeva a bordo della prima auto coinvolta nell'urto, marito e moglie rimasti bloccati nell'abitacolo. Intanto prosegue la caccia ai due borseggiatori fuggiti.

di: Andrea Ranaldi