I botti scuri non accompagneranno le processioni della Madonna dell'Assunta e di San Rocco in programma il 15 e 16 agosto 2020 a San Felice Circeo.
L'annullamento è stato disposto stamattina dal Comitato Organizzatore dopo che il Sindaco, Giuseppe Schiboni, ha spiegato le ragioni dell'impossibilità di autorizzare gli spari in questo particolare periodo dell'anno nei pressi del cimitero del Centro Storico in via Acropoli, in pieno Parco del Circeo. 

Proprio l'Ente Parco del Circeo nei giorni scorsi ha recapitato agli Enti del Parco, tra cui il Comune di San Felice Circeo, le ragioni alla base della decisione adottata. L'area in cui si sarebbero dovuti posizionare gli artifici destinati ai botti scuri si trova in una zona attualmente ad alto rischio AIB (anti incendio boschivo) e, per questo motivo sottoposta a divieto di introdurre materiale esplodente.

Inoltre, il Parco Nazionale del Circeo ha recentemente segnalato che l'area rientra all'interno della ZPS IT6040015 "Parco Nazionale del Circeo" e della ZSC IT 6040016 e IT 6040017 "Promontorio del Circeo-Quarto Caldo e Quarto Freddo", caratterizzati da habitat forestali e di macchia mediterranea con specie di interesse fra le quali il Falco Pellegrino, per le quali è stato suggerito un uso di fuochi senza detonazione. Non essendo possibile utilizzare un'altra area idonea, ove posizionare gli artifici destinati ai botti scuri, garantendo la tutela dell'incolumità delle persone e dell'ambiente, è stata decisa la sospensione dei fuochi. Anche lo spettacolo pirotecnico del 16 agosto non ci sarà. In questo senso la decisione è determinata dalla pandemia in corso e per evitare probabili assembramenti.