I cittadini di Aprilia, preoccupati per i rischi per la salute e l'ambiente derivanti dall'incendio della Loas Italia, lanciano un grido di aiuto alle istituzioni.

Circa 20 residenti, esasperati per la situazione che stanno vivendo, si sono presentati questa mattina davanti alla sede di piazza Roma per chiedere un confronto con l'amministrazione comunale.

Vista l'assenza del sindaco Antonio Terra e dell'assessore all'Ambiente, una delegazione è stata ricevuta nell'aula consiliare dall'assessore ai Lavori Pubblici che ha ascoltato lo sfogo dei residenti e ha assicurato che il primo cittadino a breve li incontrerà, come accaduto già nei giorni scorsi con altri cittadini della zona.

"Ci sentiamo abbandonati - spiegano i cittadini esasperati - non sappiamo cosa fare, l'aria negli ultimi giorni era irrespirabile, viviamo da giorni con le finestre chiuse, temiamo per salute e non possiamo più coltivare. Chiediamo che le istituzioni e i media nazionali si occupino della vicenda".