«Il mancato rispetto delle regole nei locali della movida in Sardegna rischia di far esplodere una bomba virale».

Si apre così la riflessione dell'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, relativamente all'incremento dei casi di Coronavirus di rientro dalla Sardegna - e in special modo dalla Costa Smeralda - che stanno interessando anche la provincia di Latina.

«Ci aspettiamo un considerevole aumento dei casi ed è in corso una grande azione di tracciamento - ha aggiunto l'assessore regionale -. Voglio rassicurare che abbiamo in atto comunque un sistema di controllo e monitoraggio in grado di rispondere con tempestività. Solo negli ultimi tre giorni sono stati effettuati oltre 7.700 test nei drive-in un lavoro straordinario e ringrazio i nostri operatori che stanno agendo con grande professionalità. Se si fossero rispettate le regole minime non si sarebbe creata questa situazione. Torno a ribadire - ha concluso D'Amato - che sono necessari i test agli imbarchi dalla Sardegna».