C'è apprensione per l'incremento di casi che si registra oggi nel Lazio: in 24 ore sono stati riscontrati 115 nuovi contagi e un decesso. Un numero che, secondo l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, è gravato dal 73% di casi di importazione, con il 37% di questa "fetta" che riguarda i rientri dalla Sardegna. E a essere maggiormente penalizzata è la città di Roma, dove ci sono 75 casi. 

«E' assurdo tornare ai livelli di aprile per il mancato rispetto delle regole durante la movida - ha aggiunto l'assessore -, ci si può divertire in sicurezza».

Oltre ai cluster sardi, ci sono nove casi dalla Spagna, quattro dalla Grecia, quattro dall'Emilia-Romagna, due da Malta, uno dall'Etiopia, uno dalla Croazia, uno dall'Ucraina e uno dall'India.

«Nel monitoraggio settimanale del ministero e dell'ISS il valore RT del Lazio è in calo a 0.7 e si conferma l'ottimo contact tracing - ha aggiunto l'assessore -. Ringrazio il nostro personale sanitario per lo sforzo notevole lavorando con le tute a 40 gradi nei drive-in. Chiedo a tutti di rispettare il lavoro di medici e infermieri e l'enorme sforzo che stanno facendo i nostri professionisti sanitari per garantire la tutela della salute pubblica».

Per quanto riguarda il dettaglio delle Asl, nella Roma 1 sono trentuno i casi nelle ultime 24 ore e tra questi ventiquattro sono di rientro: quindici dalla Sardegna, tre dalla Grecia, due da Malta, uno dalla Croazia, uno dalla Spagna, uno dall'Etiopia e uno dall'Emilia-Romagna. «Nella Asl Roma 2 - ha aggiunto D'Amato - sono trentacinque i casi nelle ultime 24 ore e tra questi due sono contatti di un caso noto e isolato. Sedici sono di rientro: nove dalla Sardegna, tre dalla Spagna. Gli altri casi hanno l'indagine epidemiologica in corso. Nella Asl Roma 3 sono nove i casi nelle ultime 24 ore e tra questi sette sono di rientro: tre dalla Spagna (due da Ibiza), due dall'Emilia-Romagna, uno dalla Sardegna e uno dall'Ucraina. Nella Asl Roma 4 sono cinque i casi nelle ultime 24 ore e tra questi due sono di rientro, uno dalla Sardegna, e tre sono contatti di casi già noti e isolati e si tratta di una bambina di 8 anni, una bambina di 15 anni e una donna di 28 anni. Nella Asl Roma 5 sono tre i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di tre casi di rientro da una vacanza in Sardegna. Si registra un decesso di una donna di 87 anni presso il Policlinico Umberto I. Nella Asl Roma 6 sono ventiquattro i casi nelle ultime 24 ore e tra questi dodici sono di rientro dalla Sardegna e uno dalla Grecia; ci sono poi quattro casi individuati in accesso al pronto soccorso e quattro casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione».

Nelle quattro province del Lazio, invece, ci sono otto casi: «Nella Asl di Frosinone - ha concluso l'assessore - sono quattro i casi e si tratta di tre ragazzi di rientro dalla Sardegna e un caso di una donna con link a un caso già noto e isolato. Nella Asl di Latina si registra un caso e si tratta di un contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl di Viterbo sono due i casi e si tratta di due rientri: uno dall'Emilia-Romagna e un uomo di nazionalità indiana di rientro dal Paese di origine, avviato il contact tracing internazionale. Nella Asl di Rieti c'è stato un caso e si tratta di un uomo di rientro dalla Spagna».