Anche Azione presenta un'interrogazione parlamentare sull'incendio Loas per chiedere al Ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, chiarezza sulle responsabilità del rogo del 9 agosto e chiarezza rispetto ai tempi della bonifica.  Un'interrogazione presentata dal deputato Nunzio Angiola, che segue quelle depositate nei giorni scorsi da Bruno Astorre (Partito Democratico) e Nicola Calandrini (Fratelli d'Italia). Un'iniziativa, quella di Azione, che nasce dalla denuncia del consigliere comunale Davide Zingareztti: «Il caso dell'incendio dell'impianto di gestione dei rifiuti Loas Italia ha causato molteplici problemi di salute (e non solo) ai residenti di Aprilia e delle città limitrofe. Se da una parte è necessario che l'azione amministrativa continui il percorso volto alla tutela dei cittadini e alla messa in sicurezza dell'area, dall'altra è opportuno e fondamentale che su quanto accaduto ci sia massima chiarezza».
Nunzio Angiola, firmatario dell'interrogazione, aggiunge: «Quella del rogo tossico di Aprilia è una questione seria, come dimostrano i dati dell'inquinamento in quei giorni. Non è ancora possibile misurarne le conseguenze sulla salute pubblica ma è doveroso accertare le responsabilità e verificare le inadempienze. Andremo fino in fondo, per dare risposte ai cittadini, mettere in sicurezza l'area e prevenire altre tragedie in un'area a rischio. Una parte importante del lavoro del parlamentare, oltre a seguire il processo legislativo, è portare a livello nazionale e interpellare il Governo sulle questioni che emergono dai territori, non solo quello di elezione. E' cruciale anche per valorizzare il lavoro prezioso degli amministratori locali, su cui Azione ha sempre puntato, e siamo soddisfatti che la denuncia nasca da un nostro consigliere comunale».