Due banditi col volto coperto da passamontagna e la pistola spianata, hanno fatto irruzione ieri sera nel punto vendita Acqua&Sapone di viale Le Corbusier quando mancava mezz'ora circa alla chiusura. Determinati a raccogliere più denaro possibile, sono arrivati al punto di minacciare una commessa puntandole l'arma alla testa, ma si sono dovuti accontentare dei soldi rimasti in due registratori di cassa per poi scappare a gambe levate prima che fosse troppo tardi per loro.

Il piano dei rapinatori è scattato intorno alle 19:30 quando all'interno del negozio, situato alle spalle del condominio Colosseo, c'era ancora un discreto via vai di clienti. I due sconosciuti sono arrivati a bordo di un maxi scooter, un vecchio Suzuki Burgman che poi hanno lasciato fermo davanti al negozio per scappare a piedi verso il retro. Uno dei due banditi è rimasto sulla porta, mentre l'altro si è avvicinato a una commessa chiedendole di aprire la cassa. La resistenza della donna ha fatto innervosire il rapinatore, che non ha esitato a puntarle la pistola alla testa.