Il virus riprende non si ferma nel territorio pontino, almeno stando ai dati comunicati ieri dalla Asl. L'azienda sanitaria locale ha ufficializzato ben 18 nuovi casi nella nostra provincia: quattro a Latina e Terracina, tre ad Aprilia, due a Cori e Castelforte, uno a Formia, Pontinia e Santi Cosma e Damiano (17 sono trattati a domicilio). Ad Agosto soltanto venerdì 21 si erano contati più casi: quel giorno addirittura 26 (record dall'inizio della pandemia). Come accaduto nei giorni scorsi, i nuovi positivi sono praticamente tutti legati a contatti già noti e ai rientri dalle vacanze: sei con link dalla Sardegna, uno dall'Argentina, uno dalla Spagna, uno dall'India, uno dall'Albania, uno dalla Romania, uno dalla Toscana e uno dalle Marche. Cinque casi hanno link con un cluster noto e isolato.

Con ieri, inoltre, sono dodici i giorni consecutivi in cui vengono registrati contagi da noi (94 totali da martedì 18, lunedì 17 è stato l'ultimo senza nuovi casi. Ad agosto soltanto tre volte non sono stati registrati contagi: oltre a lunedì 17, si erano registrati zero casi anche martedì 4 e giovedì 6). In totale dall'inizio del mese i positivi ufficializzati dall'Asl sono 145, di cui 42 soltanto a Latina, poi seguono Santi Cosma e Damiano con 19, Aprilia con 18, Sezze con 12, e di seguito 7 casi a Sabaudia, 6 casi a Gaeta, Terracina e Cisterna, 5 a Pontinia e Fondi, 4 a Cori e Formia, 3 casi a Castelforte e Priverno, 2 a Lenola, un contagio a testa infine per San Felice Circeo, Sermoneta, Itri e Minturno.

E' ricoverata al Santa Maria Goretti per una crisi respiratoria, una ragazza pontina tornata dalla vacanza in Sardegna. Alla giovane è costata cara una serata trascorsa al Billionaire, la nota discoteca di Porto Cervo, nel comune di Arzachena, in Costa Smeralda, salita alla ribalta della cronaca per i numerosi casi di Covid registrati a dipendenti, clienti e titolare: proprio ieri Flavio Briatore ha lasciato il San Raffaele di Milano, dove era ricoverato dopo aver contratto il virus (le sue condizioni cliniche generali gli consentono di continuare la terapia in isolamento domiciliare). Il focolaio all'interno del Billionaire (insieme ad alcuni resort in Gallura) è sotto la lente della procura di Tempio Pausania. All'interno del club infatti si sono verificati 58 casi accertati di positività al Coronavirus. Troppi per i magistrati coordinati dal procuratore Gregorio Capasso che ora vogliono scoprire la verità. I pm hanno aperto un fascicolo d'inchiesta che per ora non vede nessun indagato e nessuna ipotesi di reato. Nel frattempo alcuni dipendenti del locale dei vip hanno già contattato i sindacati che si stanno muovendo con i legali per capire come procedere nel caso in cui non siano stati rispettati i protocolli anti-Covid.

Tornando a noi, ieri una 58 enne di Santi Cosma e Diamiano è stata trasportata allo Spallanzani, per una polmonite interstiziale. Questo significa che al Goretti il reparto di malattie infettive non può accogliere altri pazienti: di conseguenza se necessario e in mancanza di posti a disposizione, i malati di Coronavirus vengono dirottati in altri istituti come ci aveva spiegato soltanto due giorni fa il direttore generale della Asl pontina, Giorgio Casati: «Non esiste un problema di recittività ma se il reparto di malattie infettive dovesse diventare saturo e ci fosse qualche contagiato di Covid da curare, a quel punto verrebbe dirottato in altri ospedali. Le strutture per farlo non mancano e il Goretti è a disposizione di tutti, pronto per soddisfare le esigenze generali degli utenti, non solo dei malati di Covid». E così è stato.