Un vademecum per polizia e carabinieri relativo alla procedura da adottare in caso di violenza in famiglia, tra le mura domestiche.

La Procura lo ha dato alle forze dell'ordine, sono preziose indicazioni quando si è in presenza di situazioni estremamente delicate e quando ci si imbatte in violenze di natura psicologica e fisica a casa. Il primo obiettivo è quello di mettere in sicurezza la vittima, proteggerla con tutte le garanzie del caso, eseguire una perquisizione nel domicilio dove sono avvenuti i fatti per trovare eventuali armi e mettere in sicurezza il locale.

Ci sono dei passi da compiere ben precisi come spiega anche il Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza. «La vittima del reato, non deve essere lasciata se non nella massima sicurezza e deve essere escluso ogni minimo pericolo e poi è necessario controllare anche che non subisca ritorsioni - spiega - il punto cruciale di tutto questo è che la parte offesa non sia mai lasciata da sola».