Un altro bandito solitario è entrato in azione ieri sera, ma questa volta a finire nel mirino è stata un'attività commerciale della periferia di Latina: l'ultima rapina a mano armata è stata messa a segno nel negozio di alimentari che si trova in strada Astura vicino l'incrocio dove si trova la cantina sociale di Santa Maria. A colpire è stato un uomo piuttosto alto, entrato nel market col volto travisato e un taglierino in pugno. Si è fatto consegnare gli incassi del pomeriggio, poi è corso fuori per salire a bordo di un'utilitaria con la quale è scappato verso il litorale.

Il colpo è stato messo a segno poco prima delle 20, quindi in prossimità dell'orario di chiusura, quando nell'esercizio commerciale, oltre ai dipendenti, erano rimasti pochi avventori. La scena è durata una manciata di secondi, appena il tempo che lo sconosciuto entrasse nell'alimentari per farsi consegnare il denaro sotto la minaccia dell'arma. E stando a una prima ricostruzione dei fatti, l'ammontare del bottino non sarebbe superiore ai trecento euro.

Sono stati momenti di paura, nel negozio, quelli seguiti all'ingresso del rapinatore, ma il bandito non ha perso troppo tempo, voleva assicurarsi di intascare qualcosa. Stando a una prima descrizione dei presenti, a entrare in azione è stato un uomo piuttosto alto, sopra il metro e ottanta di altezza, tutto vestito di nero, compreso il passamontagna che gli copriva il volto. Insomma, difficile stringere il campo delle ricerche in assenza di una descrizione più dettagliata.