Una donna di 79 anni è stata truffata nella giornata di ieri da ignoti, con il collaudato stratagemma del parente in difficoltà. È accaduto a una signora del posto, che è stata alla fine raggirata perdendo dei gioielli, una carta di credito e anche dei soldi. I fatti si sarebbero verificati nella mattinata. Tutto comincia con una telefonata all'anziana: dall'altra parte della cornetta una voce di donna, dice di essere la nipote, qualcosa di confuso, tipo che deve ricevere un pacco, e ha bisogno di soldi per pagare. Qualcuno passerà a ritirare i soldi a casa sua. Un sistema noto anche alle forze dell'ordine, su cui si fa anche tanta comunicazione ma efficace se la vittima è una persona fragile, emotivamente debole, soprattutto perché quasi sempre i malviventi giocano sui sentimenti. La truffa è riuscita. La donna purtroppo, colpita nel vivo dell'affetto per la nipote, evidentemente non ci ha pensato due volte e ha consegnato agli ignoti una carta di credito, alcuni gioielli e dei soldi, i pochi che aveva in casa in quel momento. Non una grave perdita in termini strettamente finanziari, ma certo un odioso raggiro nei confronti di una persona debole, probabilmente sola in casa, da parte di persone senza scrupoli, in grado di calpestare i più fragili.

La famiglia ha comunque presentato una denuncia ai Carabinieri della Compagnia di Terracina. Che dovranno capire se si potrà in qualche modo risalire alla telefonata, ascoltare dei testimoni, che magari all'interno del palazzo hanno visto qualcosa. Sarà di sicuro difficile. Il consiglio che ancora una volta va rilanciato, è di non aprire mai a nessuno e, quando chi chiama al telefono si presenta come un parente, fare sempre una verifica.