L'ordinanza di custodia cautelare è stata annullata dai giudici del Tribunale Riesame che hanno rimesso in libertà l'imprenditore di Latina Franco Cifra, finito agli arresti domiciliari per l'operazione Dirty glass, l'inchiesta condotta dalla Dda era stata portata a termine dagli agenti della Squadra Mobile e l'accusa contestata era quella di favoreggiamento. Cifra che era ai domiciliari dallo scorso 16 settembre è tornato in libertà senza alcun vincolo.

Secondo l'accusa e quanto contestato nell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Antonella Minunni, al centro di tutto c'è un bonifico, girato all'imprenditore frutto di una attività estorsiva portata a termine da Renato Pugliese e Agostino Riccardo, Cifra secondo l'accusa ha trattenuto una parte della  somma. In sede di interrogatorio e di Riesame,  ha spiegato che il bonifico era la fornitura per un servizio di catering e aveva negato le accuse. Il ricorso degli avvocati Maria Antonietta Cestra e Oreste Palmieri è stato accolto, tra 45 giorni le motivazioni del dispositivo.