Continua a crescere il numero delle classi in quarantena nel capoluogo. Oggi è stata messa in isolamento una classe della scuola primaria della Chiesuola di Latina facente parte dell'istituto comprensivo Prampolini: il caso di uno bambino positivo al Covid 19 è stato reso noto ieri sera alla scuola e stamattina è scattata la procedura che prevede l'isolamento precauzionale della classe e degli insegnanti per 14 giorni. A 13 giorni (nove scolastici) dall'inizio delle lezioni sono 14 le classi in quarantena preventiva solo nel capoluogo a causa della positività degli alunni. Agli studenti che già sono in isolamento da giorni si aggiungono quelli di una quinta del liceo scientifico G.B. Grassi, che entrerà oggi in quarantena per 14 giorni, a causa di uno studente risultato positivo.

Al liceo Classico Dante Alighieri, invece, un'altra classe oltre a quella di domenica - sempre una quinta - è in isolamento insieme a cinque professori. Classi che si aggiungono a quella del liceo scientifico Grassi, alle due del liceo classico Alighieri, alla classe della scuola dell'Infanzia di via Calatafimi (Istituto comprensivo Frezzotti Corradini), a quella della scuola Primaria Camillo Caetani di Latina Scalo e via via ai primi casi riscontrati (la sezione della Primaria di via Quarto, le tre della Primaria di via Bachelet, la Primaria di piazza Dante e le tre sezioni di scuola Media rispettivamente delle scuole Manuzio, Volta, e Frezzotti Corradini di via Amaseno). Tutti gli alunni di queste classi dovranno effettuare il tampone prima di poter avere il via libera per ritornare in aula. Un altro problema che si sta verificando, più delicato da gestire sotto il profilo organizzativo, è quello di tanti ragazzi nelle classi degli istituti superiori che si autoisolano a causa di contatti con casi positivi fuori dalla scuola (genitori, parenti, amici etc) e che sfuggono al tracciamento che viene monitorato dalle scuole e dal Dipartimento di prevenzione della Asl.