Poco fa, a Nettuno, via San Benedetto Menni è stata provvisoriamente chiusa al traffico con delle transenne.

Il Comune, infatti, ha contattato una ditta specializzata per il consolidamento e la messa in sicurezza dei ponteggi danneggiati questa mattina da un'auto proprio nei pressi della Chiesa parrocchiale di Santa Barbara Vergine e Martire.

Gli operai hanno recintato l'area nei pressi della zona pericolante e, di conseguenza, interdetto anche il passaggio dei pedoni sul versante ovest dell'edificio ex Divina Provvidenza.

Nelle prossime ore, probabilmente, si provvederà a eseguire i lavori di ripristino dei ponteggi danneggiati. La recinzione rossa posizionata in questi minuti consente l'accesso in sicurezza all'area dell'Oratorio parrocchiale, dove si svolgono le funzioni religiose.

Ancora una volta un veicolo è finito contro i ponteggi posizionati a protezione di auto e passanti sulla facciata della ex Divina Provvidenza di Nettuno.

E' accaduto nelle prime ore del mattino e i danni sembrano davvero ingenti: in particolare, una Hyundai guidata da una donna di Anzio si è schiantata contro le impalcature proprio nella zona adiacente all'ingresso della Chiesa parrocchiale di Santa Barbara Vergine e Martire, "costringendo" il Parroco a chiudere la Chiesa stessa in via provvisoria per motivi di sicurezza.

La polizia locale, coordinata dal comandante facente funzioni Albino Rizzo, è subito intervenuta all'inizio dei turni di lavoro e ha identificato veicolo e conducente: il mezzo, dati i danni riportati, è stato prelevato da un carro attrezzi e condotto al deposito giudiziario. Gli stessi agenti di via della Vittoria hanno informato l'ufficio tecnico dell'accaduto per chiedere la sistemazione dei ponteggi.

Anche dalla Parrocchia sono scattate la segnalazione alla Municipale e alla segreteria del sindaco al fine di chiedere opportuni provvedimenti in virtù della pericolosità dei ponteggi e del contestuale abbattimento della bacheca parrocchiale.

Le celebrazioni parrocchiali, stando a quanto reso noto tramite dei cartelli e vista la situazione di oggettivo pericolo, proseguiranno nel vicino Oratorio. La Chiesa resterà chiusa fin quando l'area non sarà sistemata e messa in sicurezza.

di: Francesco Marzoli