Rissa sabato sera ad Albano, feriti due fratelli (lei di 15, lui di 16 anni) di Aprilia, soccorsi dal 118 e trasferiti in ospedale.

Questo il post del sindaco Massimiliano Borelli di Albano: «Quanto accaduto sabato sera nella piazza centrale della nostra città è molto grave. Un episodio che spero non faccia pensare a una guerra tra bande, ma neanche a una semplice bravata che finisce lì. Un segnale che deve essere subito colto e che richiede contromisure. Esprimo la mia solidarietà a nome della città di Albano Laziale ai ragazzi vittime del pestaggio. Ho intenzione, nelle prossime ore e per quanto mi sarà possibile, di organizzare un incontro, in modalità telematica, con tutti i soggetti che hanno tra i loro compiti quelli della sicurezza. Viviamo giorni difficili, e da più parti mi arrivano segnali di scarsa attenzione se non di disprezzo verso regole di convivenza civile da parte di alcuni gruppi di ragazzi. Sono certo che parliamo di una minoranza, tanti altri adottano comportamenti corretti».

Non è tutto: «Chiederò alle forze dell'ordine di vigilare in particolare su alcuni punti di ritrovo della nostra città, facendo opera di dissuasione anche verso gli assembramenti ed il corretto uso della mascherina. Una grossa mano ce la possono dare le stesse famiglie, vigilando e spiegando ai loro figli i rischi a cui possono portare certi comportamenti. Altrimenti il rischio vero è che si arrivi a provvedimenti più restrittivi, cosa che vorremmo evitare».