Travolse e uccise sul colpo Angelo Cerulo e Mauro d'Andrea, le analisi hanno confermato che aveva assunto sostanze stupefacenti. La posizione del 37enne apriliano che la sera del 24 settembre al volante della sua Fiat Stilo investì uno scooter lungo via La Gogna scaraventando i due uomini in sella a diversi metri di distanza e dilaniandone i corpi non solo guidava senza patente che gli era stata ritirata mesi prima, ma anche sotto l'effetto di cocaina e cannabinoidi.

Subito dopo il terribile incidente lui e la madre lasciarono il luogo della tragedia e vennero rintracciati poco più tardi dai carabinieri presso il pronto soccorso. Sono state necessarie alcune ore al 37enne per decidere di ammettere la propria responsabilità e confermare che c'era lui al volante dell'auto. Per lui accuse di omicidio stradale e omissione di soccorso.