Tutti positivi i tamponi molecolari di ospiti e operatori della casa di riposo "Domus Aurea" di Itri. A darne notizia, con un video Facebook, il sindaco Antonio Fargiorgio. Il primo cittadino ha spiegato che soltanto due persone presentano un quadro clinico «complicato», per cui si valutano eventuali ricoveri, mentre dieci persone hanno sintomi lievi e gli altri, al momento, appaiono asintomatici. L'amministrazione municipale è al lavoro per aprire un «canale di informazione» fra i familiari delle persone presenti nella struttura e la struttura stessa. A più riprese, Fargiorgio ha ribadito che la situazione è seria ma è costantemente monitorata.

Il Comune, tramite protezione civile e Croce Rossa, sta dando il proprio supporto (oggi ad esempio sono state trasportate delle bombole d'ossigeno). Al momento, dalla struttura non si entra e non si esce se non per casi di estrema urgenza come ad esempio un ricovero. «Da parte di tutti – ha ribadito il sindaco – serve grande consapevolezza». Anche qualora – ma al momento ancora non ci sono indizi in tal senso – dovessero essere provvedimenti restrittivi, occorre capire – ha sottolineato Fargiorgio – che si tratta di un sacrificio necessario per mantenere la situazione sotto controllo. Nel pomeriggio di oggi è prevista un'altra interlocuzione con la Asl di Latina, con cui l'amministrazione è in stretto contatto per far fronte a questa situazione. Poi l'ennesima raccomandazione del primo cittadino a indossare la mascherina e a igienizzare di frequente le mani. Un «obbligo etico», lo ha definito il sindaco, per tutelare se stessi e il prossimo.

È stata firmata questa mattina, dal sindaco Antonio Fargiorgio, l'ordinanza con cui è stata disposta la messa in quarantena della struttura per anziani Domus Aurea di via San Martino, ad Itri (leggi QUI l'ordinanza). L'atto è dovuto alla presenza di un alto numero di positività, riscontrate al tampone cosiddetto veloce.

"Ho già preso contatti e parlato direttamente con il Direttore Generale dell'ASL Latina, Giorgio Casati, con il quale ho ottenuto che già nel pomeriggio di oggi siano eseguiti presso la struttura i tamponi faringei, sia agli ospiti che agli operatori - spiega il sindaco - La situazione è sicuramente seria e delicata e l'Amministrazione la sta seguendo da vicino. Le Autorità Sanitarie stanno effettuando le verifiche ed i controlli di rito per accertare l'origine del contagio, posto che la struttura è chiusa al pubblico esterno da 40 giorni, come riferito dai responsabili.
In momenti come questi, appare ancora più necessario richiamare l'attenzione di tutti al rigoroso rispetto delle misure dettate per il contenimento del rischio contagio: utilizzo della mascherina, distanziamento, igiene frequente delle mani".

di: La Redazione