Ferito vagava nelle campagne di Aprilia quando le Guardie zoofile ambientali lo hanno incrociato e soccorso e portato immediatamente presso la Clinica Veterinaria Galileo Galilei (e relativo canile rifugio) per le prime cure e messa in sicurezza. La Dottoressa Renata Di Fazio , Direttore Sanitario della clinica Galileo, tramite l'ispettore Guido Di Fazio, direttore della struttura ha immediatamente allertato le guardie zoofile per una sospetta ferita da arma da fuoco. La pronta chirurgia, ha permesso di estrarre 2 "pallettoni" da caccia, verosimilmente da cinghiale. Non si esclude che l'arto andrà amputato.

A questo punto la nostra Polizia Giudiziaria e il servizio di Medicina Forense, ha immediatamente informato la Procura della Repubblica di Latina e per conoscenza la ASL Veterinaria e la Polizia Locale di Aprilia, per il reato di cui all'ex Art. 544 Ter "Maltrattamento di Animali" , con contestuale l'avvio delle indagini come di rito.

"Preghiamo chiunque possa aver visto qualcosa di segnalare immediatamente di quanto a conoscenza. Preghiamo inoltre i cacciatori, di segnalare chi si comporta in questo modo barbaro durante le battute e di allontanare questi delinquenti dai loro gruppi. Ricordiamo che per l'art. 544 Ter codice penale sono previsti fino a 18 mesi di reclusione, 30 mila ero di multa ed il sequestro delle armi con relativa revoca del porto d'armi, anche per chi è stato complice ed ha taciuto. Per segnalazioni sul caso : +39 351 591 1569 Norsaa guardie Zoofile".