La richiesta di sospensione dell'attività è stata accolta dal giudice Giuseppe Cario che ha sciolto la riserva nei confronti di Paola Berghella, dipendente della Procura che nell'ambito dell'inchiesta Scarabeo deve rispondere di rivelazione di segreto d'ufficio. Nei giorni scorsi si era svolto l'interrogatorio davanti al magistrato dove l'impiegata, difesa dall'avvocato Montini, aveva negato le accuse, sostenendo di non aver rivelato segreti d'ufficio e aveva respinto gli addebiti.  Alla fine il giudice sulla scorta degli elementi raccolti dagli investigatori, ha accolto la prospettazione degli inquirenti in merito alle condotte contestate nel provvedimento restrittivo. La sospensione è di un anno.  Intanto oggi saranno ascoltati dal magistrato che ha firmato il provvedimento restrittivo gli altri indagati che sono agli arresti domiciliari.