Una manovra errata con l'auto, in condizioni di evidente alterazione, è costata il ricovero in condizioni disperate per un uomo di 62 anni che vive nella zona di Foce Verde. Si tratta di un cittadino polacco residente a Latina da molti anni, coinvolto in un incidente stradale, nella notte di sabato, ancora al vaglio della Polizia stradale del distaccamento di Terracina.
L'episodio si è registrato alle porte di Borgo Sabotino nel fine settimana. Il ferito si trovava al volante della propria auto, una vecchia Fiat 500, e percorreva strada Macchia Grande da Borgo Santa Maria verso il litorale, quando ha perso il controllo dell'utilitaria all'altezza della rotatoria all'incrocio con strada Alta, ovvero nella zona alle spalle dell'ex centrale nucleare.
L'impatto non è stato violento, la vettura è finita con due ruote fuori strada in prossimità della rotatoria stessa, ma l'urto deve avere provocato gravi conseguenze al conducente che, sospettano i medici, paga una condizione di salute già compromessa da patologie pregresse. Fatto sta che gli esami tossicologici disposti dai poliziotti del sostituto commissario Giuliano Trillò, hanno fatto emergere per il 62enne la positività all'alcol con un tasso superiore al limite tollerato dal codice della strada, nella seconda fascia di gravità contemplata dal codice penale.
Alla luce di quanto emerso durante il ricovero presso l'ospedale Santa Maria Goretti di Latina, i poliziotti della Stradale di Terracina che si stanno occupando della ricostruzione del sinistro sospettano che l'incidente sia direttamente collegato con lo stato di alterazione psicofisica in cui l'uomo si trovava quando si è messo alla guida. Non è escluso neppure che lo straniero possa avere accusato un malore quando ha perso il controllo della vettura. Fatto sta che era tarda notte e, stando al percorso che stava compiendo, probabilmente rientrava a casa dopo avere trascorso la serata fuori.