E' morto uno dei pilastri dell'imprenditoria, quella che ha saputo farsi apprezzare per le sue indiscusse doti di tenacia e caparbietà anche nei salotti "vip" della Capitale. Si è spento a 83 anni Giuseppe Ciotoli, da tutti conosciuto come "Peppino", figlio dell'imprenditore ceccanese Sisto Ciotoli. 

Peppino, era ricoverato all'ICC di Casal Palocco. Il Covid, subentrato ad altre patologie, ha reso irreversibile un quadro clinico già complesso. E, così il cuore dello storico patron del Cineland di Ostia e del bar "Sisto", in piazza Anco Marzio, ha cessato di battere.

Il successo imprenditoriale della famiglia Ciotoli parte lontano, da Ceccano alla conquista della Capitale. Erano gli anni della Dolce Vita e il bar "Sisto" divenne famoso per la qualità dei suoi gelati. Gelati che conquistarono vip e personaggi famosi, tra questi "I Vitelloni" di Alberto Sordi e Federico Fellini: il set del film era allestito proprio di fronte lo storico bar di Ostia. 

E forse proprio guardando quei personaggi, nello storico bar messo in piedi da suo padre prima e portato avanti poi da lui poi, Peppino ebbe la sua "illuminazione". Il 15 settembre del 1999 nella struttura dell'ex Officina Meccanica Romana inaugurò "Cineland", uno dei primi multisala dell'epoca. 14 sale per un totale di 2860 posti. Un successo non troppo inaspettato, visto che la genialità imprenditoriale era da sempre di casa nella famiglia Ciotoli.

Giuseppe Ciotoli, lo ricordiamo, per anni gestì anche l'attuale multisala al Fornaci Village di Frosinone. Peppino lascia la sua famiglia, le sue attività e tanto dolore in quanti lo hanno conosciuto ed apprezzato.