Gli avvocati Massimo Ferrandino ed Ester Molinaro che assistono il sindaco di Artena, questa mattina sono comparsi davanti alla Terza Sezione del Tribunale del Riesame per chiedere la revoca degli arresti domiciliari per Felicetto Angelini. La decisione è attesa nelle prossime ore.

Il sindaco, l'assessore ai Lavori Pubblici Domenico Pecorari, l'ex responsabile dell'Ufficio Tecnico Luigi Giamogante - oggi dipendente di un'altra amministrazione - e il presidente di una cooperativa a cui era stata affidata la gestione dei condoni edilizi, Enrico Giusti, vennero arrestati a fine ottobre nell'ambito di una inchiesta di Procura e Carabinieri di Colleferro su una serie di ipotesi di reato che comprendono concussione, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, abuso di ufficio, turbata libertà degli incanti, corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio, truffa, soppressione, distruzione e occultamento di atti veri, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in certificati o in autorizzazioni amministrative, favoreggiamento personale. Sono 22 in tutto gli indagati compresi dipendenti comunali, altri assessori, il segretario generale, il comandante e alcuni agenti della Polizia locale.