Sono arrivati a minacciarsi armati di coltelli, tutto per una lite nata per futili motivi: lei, una commerciante titolare di un banco al mercato, lo aveva rimproverato per aver toccato i prodotti senza i guanti. È successo questa mattina, a Cisterna, dove gli agenti del Commissariato locale sono intervenuti presso il locale mercato settimanale, dove si stava consumando l'accesa lite.

Per qualche attimo il litigio ha assunto livelli di particolare pericolosità, poiché i due contendenti, ad un certo punto, si sono armati di coltelli prelevati sui banchi di esposizione della merce e solo il provvidenziale intervento della volante del Commissariato ha evitato che la lite degenerasse.

Gli immediati accertamenti esperiti dai poliziotti, coadiuvati nella circostanza dai colleghi del Commissariato, hanno consentito, grazie anche alle testimonianze di alcune persone presenti, la ricostruzione dell'accaduto ed il recupero e contestuale sequestro dei coltelli usati nel corso della lite.

Al termine degli accertamenti sono stati denunciati in stato di libertà, per minacce aggravate, una donna macedone, O.T. di 60 anni  ed un uomo di Cisterna di Latina V. P. di 72 anni.