Si contano i danni a Suio per l'esondazione del fiume Garigliano che ha interessato diversi stabilimenti termali. La piena proveniente dal frusinate ha alzato ancora di più il livello del corso d'acqua.

Nel pomeriggio l sindaco di Castelforte Giancarlo Cardillo ha effettuato un sopralluogo nelle zone colpite per verificare, di persona, la reale situazione che si è determinata a seguito dello straripamento del fiume Garigliano. Ha incontrato i rappresentanti dei termalisti portando la solidarietà e la vicinanza dell'Amministrazione Comunale e offrendo disponibilità e collaborazione in questo particolare momento che aggrava ancora di più la situazione complessiva dell'area termale.

Sul posto sono sempre presenti gli addetti del Centro Operativo Comunale e della Protezione Civile che stanno continuando a monitorare l'andamento della piena. Intanto l'Agenzia Regionale della Protezione Civile ha diffuso un nuovo avviso che segnala, per la giornata di domani, il rientro della condizioni meteo in un alveo di normalità. Insomma una tregua che concede una boccata d'ossigeno di cui si sente davvero bisogno. Disagi anche a Minturno dove è stato chiuso il tratto di strada che si trova sotto il ponte della ferrovia. L'acqua si è riversata sulla strada che collega la via Appia alla zona industriale di Minturno. Lo straripamento ha interessato anche gli argini della provincia di Caserta.