Omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di stupefacenti a minori. Per queste accuse la Procura di Roma ha appena chiesto quattro ergastoli nei confronti di quattro cittadini africani: Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe.

Sono loro per la pubblica accusa gli assassini di Desirée Mariottini, la ragazza di appena 16 anni drogata, stuprata e lasciata morire in un sito dismesso del quartiere San Lorenzo a Roma il 19 ottobre del 2018.