I carabinieri ancora una volta in prima linea per arginare il fenomeno delle truffe on line, e più nello specifico delle truffe attraverso le casa vacanza. A Sperlonga i militari del posto hanno infatti individuato falsi annunci sul web utili per truffare ignari clienti. Alle spalle una cricca criminale che ha portato alla denuncia di una donna di 29 anni. 


L'indagine era partita diverse settimane fa e non ancora conclusa, nel tentativo di identificare tutti i responsabili del gruppo che aveva costruito una vasta rete di annuncia falsi via internet. Le vittime, pensando di prenotare una casa vacanze per lo scorso periodo estivo, hanno effettuato svariate ricariche su delle postpay, per cifre elevate di anche 2000 euro.