Ha ottenuto gli arresti domiciliari un imputato dell'operazione Scudo. Il collegio penale del Tribunale di Latina ieri ha sciolto la riserva e ha accolto la richiesta presentata dall'avvocato Giovanni Vitale del Foro di Salerno che difende Vasile Lupan.

«La misura meno afflittiva – dichiara l'avvocato che difende l'uomo ora ai domiciliari – ci permette di affrontare con più calma il processo che entrerà nel vivo proprio a gennaio del 2021». L'inchiesta Scudo era stata condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Latina e i reati contestati vanno dall'usura all'autoriciclaggio alla violenza privata.

Le indagini erano scattate a seguito del tentato suicidio di un piccolo imprenditore di Campoverde. Dai riscontri degli uomini dell'Arma è emerso che l'uomo aveva dei debiti. Nei confronti del cittadino romeno il Tribunale ha concesso i domiciliari in una struttura esterna alla regione Lazio. L'uomo era detenuto a Udine ed è coinvolto nel processo dove vengono contestati i reati di spaccio, estorsione e sfruttamento della prostituzione.