E' stato scarcerato e ha ottenuto gli arresti domiciliari uno degli imputati dell'operazione Ascaris, condotta dagli agenti della Digos di Latina. Il giudice Mario La Rosa ha scarcerato Muhammad Afzal, uno degli imputati, accogliendo la richiesta presentata dagli avvocati Angelo Palmieri e Gianluca La Penna.

L'inchiesta aveva portato alla scoperta di un giro di permessi di soggiorno facili: tutto questo grazie al versamento di somme di denaro che potevano arrivare fino a 500 euro.
L'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pubblico ministero Daria Monsurrò, titolare del fascicolo, era stata emessa dal giudice Mario La Rosa nei confronti di Danilo Nigro di 43 anni, insieme a lui il provvedimento aveva riguardato Munish Kumar, Devender Singh Nanda, indiano di 56 anni, e infine Gurpreet Singh detto Goppi, indiano di 34 anni. La Procura ha disposto il giudizio immediato (un rito previsto quando c'è l'evidenza della prova) e il via al processo è fissato per il prossimo 9 marzo. Muhammad Afzal punta sul rito abbreviato e potrà ottenere in questo modo la riduzione di un terzo della pena.