"La tragedia avvenuta sabato mattina, al chilometro 60 della Pontina, presso lo svincolo per Borgo Montello-Cisterna di Latina, rende evidente il fatto che la rete urbana delle strade non può essere ridisegnata con superficialità, soprattutto negli snodi di particolare rilevo. Non si possono perdere delle vite umane per la scarsa visibilità della segnaletica, e si deve intervenire al più presto per evitare altri incidenti, con dissuasori di velocità o indicazioni lampeggianti".


E' quanto si legge in una nota di Tiziano Filosi, responsabile del presidio di Latina per la Fit-Cisl del Lazio, e Silvano Marcon, responsabile del Tpl per la Fit-Cisl di Latina, in cui si aggiunge che "tutti noi ci stringiamo alla famiglia del giovane che ha perso la vita nello scontro tra il suo scooter e un pullman Cotral, esprimendo profondo cordoglio. Purtroppo, all'altezza della strada sono quasi all'ordine del giorno incidenti di varia entità, non ultimo il violento impatto tra due mezzi Cotral avvenuto lo scorso ottobre. In questo caso, come in molti altri presenti sul territorio, ribadiamo che si deve fare tutto il possibile per evitare episodi drammatici e salvare vite umane, prevedendo segnaletiche adeguate e indicando accuratamente ogni cambiamento della rete urbana e dei sensi di marcia: sulla strada, nulla è più importante della sicurezza".

"A questo proposito – aggiunge Filosi - ribadiamo, come facciamo da tempo, la necessità di interventi in merito alla realizzazione della Roma-Latina e di allargamento della Pontina, una strada troppo trafficata e soggetta a incidenti".