Nella giornata di ieri, ad Aprilia, i carabinieri del Gruppo Carabinieri Forestale di Latina congiuntamente a personale della Stazione forestale di Cisterna di Latina, hanno proceduto ad effettuare  controlli in alcuni  supermercati della Provincia di Latina. Gli stessi hanno riguardato, il rispetto della normativa inerente alla corretta etichettatura degli alimenti e alla  rintracciabilità dei lotti per garantire l'origine e provenienza dei prodotti.

Nel corso delle attività, presso un supermercato sito nel Comune di Aprilia, è stata accertata l'erronea etichettatura su 320 confezioni di  prodotti alimentari di vario genere (prevalentemente appartenenti al settore lattiero-caseario) per i quali la Società è stata diffidata a regolarizzare i citati prodotti  con la riapposizione di etichette conformi alle leggi nazionali e comunitarie, pena il pagamento di una sanzione amministrativa pari a 600.000 euro.

Inoltre, per 93 confezioni di prodotti di varia natura e 6,500 chili di salumi vari è stato accertato il mancato rispetto della tracciabilità dei prodotti alimentari, con conseguente sequestro amministrativo della merce non tracciata ed una sanzione pecuniaria di 1.500 euro.           

L'attività posta in essere dai Carabinieri Forestale del Gruppo di Latina,  rientra in una serie di iniziative volte a verificare il rispetto della normativa agroalimentare,  nell'ottica anche di una maggiore sensibilizzazione per il consumatore finale sull'origine  dei prodotti alimentari.