Il Lazio tornerà zona gialla. I numeri della pandemia hanno fatto scendere l'indice Rt (seguendo così il trend nazionale) sotto la soglia che serviva per togliersi dalla zona arancione e il ministro Speranza ha firmato poco fa l'ordinanza con cui si decide il nuovo assetto delle regioni italiane per quanto riguarda le precauzioni alla lotta contro il coronavirus. Da lunedì  riapriranno quindi le porte di bar e ristoranti, entrambi aperti fino alle ore 18. Resterà invece l'obbligo del coprifuoco alle ore 22 e si potrà tornare a muovere tra un comune e l'altro della stessa regione e tra regioni  "gialle". Resteranno chiuse invece palestre e piscine, come disposto dal DPCM che sarà in vigore fino al prossimo 5 marzo. 

Restano arancioni soltanto Puglia, Sardegna, Umbria, Sicilia e provincia autonoma di Bolzano restano invece in "Zona Arancione". Tutte le altre tornano ad essere regioni "gialle".  

Dunque fino a domenica il Lazio sarà arancione, mentre il giallo entrerà in vigore da lunedì.