Apetta rubata e abbandonata nel fosso Leschione in via dei Padri Pionieri. A denunciare l'insolito e anomalo ritrovamento è il comitato di quartiere Poggio Valli-Vallelata, che ieri mattina ha notato il mezzo della ditta che in città effettua consegne a domicilio di generi alimentari abbandonato all'interno del canale.

Stando a quanto riportato nelle ore precedenti la ditta aveva subito il furto del mezzo, che qualcuno si è poi divertito a scaraventare nel fossato. Forse un dispetto, forse altro, sicuramente un danno per la start up che da pochi mesi, in particolare in occasione del primo lockdown ha incrementato la propria attività.

«Il veicolo rubato e abbandonato - spiega il comitato di quartiere Vallelata - si trovava sulla rampa che rende possibile l'accesso al fosso Leschione, poco prima che lo stesso si intubi proseguendo per via delle Valli. La rampa per altro è piena di spazzatura abbandonata, segno che coloro che hanno rubato il veicolo potrebbero essere gli stessi che scaricano impunemente i propri rifiuti inerti. Come comitato, abbiamo segnalato tutti gli inconvenienti agli uffici preposti e i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia, ai quali va il nostro più sentito ringraziamento, hanno provveduto a riconsegnare il mezzo ai legittimi proprietari. Da parte nostra, come sottolineato più volte, ci preme rimarcare che via dei pionieri risulta dotata di pubblica illuminazione ma la stessa non è attiva. Il risultato è che la zona è costantemente al buio e ciò favorisce attività nefaste , quali appunto l'abbandono di rifiuti o addirittura di mezzi rubati. Ci auguriamo che i lavori per l'attivazione della pubblica illuminazione nel nucleo industriale di via delle Valli, iniziati la settimana scorsa, vengano rapidamente portati a termine al fine di opporre un valido deterrente alle attività illecite segnalate».

Insomma una denuncia ma anche un appello all'amministrazione, affinchè metta presto in campo misure minime per garantire una maggiore sicurezza alle attività che operano nella zona e ai cittadini, segnalando una situazione che del resto fa da specchio a quella vissuta da altre periferie della città.