E' stato trovato morto nella sua casa Gennaro Bruno "detto Gennarone", il 60enne di Aprilia condannato per l'omicidio di Mario Guzzon.

L'uomo stato ritrovato privo di vita ieri pomeriggio nella sua abitazione sulla Nettunense dai carabinieri del reparto territoriale durante il consueto controllo verso chi sta scontando una pena, i militari lo hanno trovato impiccato e tutto lascia pensare a un suicidio.

Al nome di Gennaro Bruno è legata una delle pagine più sanguinose della storia di Aprilia: il delitto di Mario Guzzon avvenuto nella notte del 14 febbraio 1999 a Tor San Lorenzo, il ragazzo venne prima fatto inginocchiare per poi essere ucciso con dei colpi di pistola, poi il suo corpo venne bruciato insieme a una Y10 sulla spiaggia di Tor San Lorenzo, nei pressi del lido "Il Gabbiano".

Bruno - accusato dell'omicidio Guzzon - dopo un lungo iter processuale era stato condannato a 23 anni di reclusione e stava scontando la sua pena.