Un coltello, del tipo svizzero è stato recuperato dalla Polizia che ritiene l'arma usata per attingere letalmente Romeo Bondanese e ferire il suo amico. La Polizia di Formia e i Carabinieri continuano ad indagare per fare chiarezza sull'episodio. Gli inquirenti stanno agendo su più fronti, e sono alla ricerca di un altro ragazzo, anche lui 17enne residente a Cellole, in provincia di Caserta il quale, amico dell'indagato, avrebbe assistito all'aggressione per poi sparire nel nulla.

Le famiglie di Bondanese e Romeo si sono rivolte ai legali di fiducia che hanno dichiarato: «In un momento così tragico per le sorti di due famiglie per bene e molto conosciute in ambito cittadino, le famiglie Bondanese e Vellozzi– segnalano gli avvocati difensori Vincenzo Macari e Civita Di Russo– si chiede unicamente rispetto e riserbo per lo sconfinato dolore che gli assistiti e l'intera cittadinanza locale, rimasta atterrita per l'accaduto, si trovano a vivere. Ci vediamo, tuttavia, costretti fin da subito a smentire le voci circolate circa presunti giri di droga e di regolamenti di conti che avrebbero visto protagonisti i giovanissimi Romeo e Osvaldo, atteso che la vicenda, ora al vaglio degli inquirenti, sembra palesare tutt'altra genesi. I due ragazzi sono stati vittime di una brutale aggressione, finita come non poteva e non doveva finire. In questo momento seguiamo con la massima attenzione il corso delle indagini, e le rispettive famiglie rimangono a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per qualsivoglia necessità. Intanto, i protagonisti della triste vicenda, tutti minorenni, ivi compresi i quattro componenti del gruppo aggressore, nel corso delle ore vedono delineare le rispettive posizioni processuali, anche grazie al febbrile lavoro che sta effettuando la Polizia Giudiziaria, diretta dal pm presso il Tribunale per i Minorenni, dottoressa Perna».

Le rispettive famiglie, assistite dagli avvocati Macari e Di Russo - attendono per poter conferire ogni utile supporto per lo sviluppo delle indagini e per rendere giustizia a così esecrabile condotta.