«C'è stata comunicata una riduzione di 9mila dosi del vaccino AstraZeneca per le prossime consegne e questa è una brutta notizia. Mi domando come si possano conciliare le offerte fatte in precedenza con la proclamata riduzione delle consegne». Lo sfogo è dell'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, in merito all'annuncio della società britannica sul taglio alle dosi. Nel Lazio ne arriveranno 9mila in meno, ma dando un'occhiata ai numeri questa riduzione è già stata avviata, con largo anticipo e mette in difficoltà la campagna vaccinale anche nella nostra provincia come nel resto della regione. Da noi proprio ieri è stata effettuata la terza consegna di vaccino AstraZeneca da quando ne è stata autorizzata la commercializzazione: la prima volta ne sono arrivate 2.600 dosi, la seconda 2.800, ieri soltanto 2.100.

Si tratta di una pessima notizia come ha annunciato D'Amato. Sulla stessa lunghezza d'onda anche il responsabile della campagna vaccinale nella nostra provincia Loreto Bevilacqua: «In questo modo si mette in difficoltà un piano delineato e studiato nei minimi dettagli - ha dichiarato Bevilacqua - 9mila dosi in meno a livello regionale non sono tantissime, ma sicuramente qualcosa andrà rivisto. La speranza è che le consegne non subiscano ulteriori riduzioni».